Laboratorio NowHere - Fotogenie del presente

 

Giovedì 3 febbraio inizia in Sala Borsa il laboratorio interfacoltà “NowHere – Fotogenie del Presente”. Promotori del progetto sono Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, Facoltà di Scienze della Formazione, Facoltà di Scienze della Comunicazione e
Comune di Bologna.

Negli anni passati, grazie al laboratorio interfacoltà NowHere, sono stati realizzati i film per il 2 agosto 1980. Da quest’anno, il laboratorio si propone come punto di riferimento
progettuale per avvicinare e far dialogare Università e Città, con la prospettiva futura di diventare uno spazio continuativo per sperimentare e produrre nuove forme di comunicazione sociale e di educazione alla cittadinanza attraverso i paesaggi visivi della memoria e il confronto  con immagini e immaginari delle generazioni precedenti.

Partendo da quanto diceva John Fitzgerald Kennedy nel 1961, e (in)opportunamente tradotto in: "Non chiedete che cosa può fare Bologna per voi, ma cosa potete fare voi per Bologna", l’idea è di  dare spazio, voce e strumenti agli studenti per attivare uno scambio propositivo in un continuo feedback progettuale con la città.

Modalità funzionale del Laboratorio sarà dunque quella propria di una redazione operativa dove studenti e cittadini si porranno come “comunità” e come produttori di discorso, lavorando sulla fitta trama di scambi tra vita reale e rappresentazioni immaginali, per dire la loro sulla rappresentazione/percezione dell'idea di città  e del ruolo degli studenti universitari attraverso temi e valori fondamentali quali formazione, identità, maturazione individuale, partecipazione sociale ed epiche di appartenenza quali lavoro, famiglia, casa, multiculturalità, etc.

In questo senso, finalità del laboratorio è la realizzazione di un film che varrà come segnale di un passaggio, di un lavoro fatto e/o in corso d’opera, che sarà proiettato in un evento il 9 novembre, data che ricorda la caduta del Muro di Berlino e definita come Giorno della Libertà (Legge n°61 del 15 aprile 2005) e che si presenterà come una ricca raccolta di informazioni per restituire il senso di una microstoria fatta di frammenti, di dettagli, di cose laterali, ai margini o di sfondo ai grandi temi. Una microstoria ricostruita attraverso l’intensità degli sguardi di chi ha interagito a stretto contatto nel percorso comune di scrittura.

Gli incontri laboratoriali, aperti in questa prima fase sperimentale agli studenti delle Facoltà di Scienze della Formazione e di Scienze della Comunicazione, si terranno a Bologna in Sala Borsa a partire da giovedì 3 febbraio alle ore 15, ogni giovedì e venerdì
fino al 4 marzo e riprenderanno con la stessa frequenza dal 5 maggio al 3 giugno.

Altri incontri “fuori orario”, dove saranno presenti anche altri docenti, saranno indicati per permettere a tutti gli studenti iscritti all’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna e ai cittadini di seguire il laboratorio. Nel frattempo tutti possono dare il proprio contributo sul diario di lavoro online aperto su facebook.